Speaker

 

Alex Bellini

Esploratore

È nato in Italia nel 1978, in un piccolo villaggio tra le Alpi. È dalle montagne che Alex impara la sua prima lezione: aggrapparsi alla roccia e tenere duro, sempre alla ricerca di un punto d’appoggio, an-che quando il supporto sembra mancare. E’ questa filosofia che lo ha spinto negli ultimi 17 anni a esplorare gli ambienti più ostili del nostro pianeta.

Nel 2001 Alex corre la Marathon des Sables, un’incredibile avventura di 260 km nel deserto del Sahara.

Nel 2002 e 2003 cammina attraverso l’Alaska, spingendo una slitta per un totale di 2.000 chilometri.

Nel 2005, rema da solo per 11.000 km attraverso il mare Mediterra-neo e l’ Oceano Atlantico per un totale di 227 giorni.

Nel 2008 si ripete e rema per 18.000 km attraverso l’ Oceano Pacifi-co, dal Perù all’Australia, in 294 giorni, ancora una volta da solo.

Nel 2011 Alex corre per 5300 km attraverso Stati Uniti: da Los Ange-les a New York, in 70 giorni.

Nel 2017 è il primo esploratore della storia ad attraversare d’inverno il più grande ghiacciaio d’Europa: il Vatnajökull (Islanda).

Nel 2018 l’esplorazione si sposta sul piano mentale e partecipa alla EMU 6 day race World Trophy - in Ungheria, corsa non-stop di 6 giorni su un circuito di 1 km. Segna il nuovo record italiano di catego-ria classificandosi al 7º posto assoluto con 721,751 Km percorsi.

Attualmente sta lavorando per realizzare un progetto denominato “10 rivers 1 ocean” in cui nei prossimi 3 anni navigherà sui dieci fiumi più inquinati al mondo.

La sua vita e le sue avventure sono prova della straordinaria capacità di adattamento, di perseveranza e di leadership personale di ogni es-sere umano. Le sue esperienze ci dimostrano anche che per tutto esiste un limite, alle volte per sopravvivere dobbiamo superarlo, altre volte per sopravvivere dobbiamo rimanerne lontani. Dal 2014 lavora al fianco di atleti (e non solo) per sviluppare l'intelligenza agonistica, cioè l'insieme di competenze insite nella naturale tendenza dell'uomo di progettare, superare e prevedere le sfide con se stesso con gli altri e con l'ambiente attorno.